Logic Pro offre un ottimo strumento integrato per gestire, organizzare e risolvere problemi con i milioni di plugin che installiamo, tra prove, demo e cose che ci servono davvero: il Plug-in Manager (gestore plugin).

Oggi vi presento le caratteristiche essenziali di questo strumento, che vi permetteranno non solo di tenere organizzati i vostri plugin nella maniera che più vi piace, ma anche di vedere quali plugin stanno creando problemi alla vostra macchina!

Una premessa rapidissima: questo strumento non serve a installare o disinstallare plugin!

Aprire il Plug-in Manager di Logic Pro

Aprire il plug-in manager di logic pro
Il gestore plugin si trova nelle Preferenze di Logic Pro

Trovate lo strumento di gestione plugin nel menu Preferenze di Logic Pro (o Logic Pro X, se come me siete su una versione più vecchia).

Una volta aperto, vi troverete davanti a una tabella a due colonne: sulla sinistra c’è l’elenco delle cartelle predefinite e quello delle cartelle dei vari produttori, sulla destra la lista dei plugin contenuti nella cartella attualmente selezionata.

L’elenco contiene tutti i plugin che Logic ha rilevato sul vostro sistema, sia attivi che disattivati. Ne potete vedere il nome, il tipo (strumento, effetto…), la versione, se funziona regolarmente o meno e se è attualmente in uso oppure no. Se volete potete addirittura assegnare un nome personalizzato e un nome breve ai plugin, che verrà poi mostrato quando lo inserite su una traccia.

La colonna Use indica se il plugin è appunto in uso o meno, ossia se comparirà nella lista di plugin che potete inserire sulle tracce. Per impostazione predefinita e non modificabile ogni plugin correttamente funzionante, che presenta quindi “successfully validated” nella colonna Compatibility, è disponibile per le vostre tracce.

Organizzare la struttura dei plugin nel Plug-in Manager di Logic Pro è un’azione non distruttiva: non rischiate di disinstallare nulla per errore! Ricordatevi di premere Done in basso a destra per salvare le vostre modifiche.

Il gestore plugin di logic pro
La finestra del Plug-in Manager

Disabilitare i plugin che non si usano

Se come me provate molte cose ma poi usate sempre le stesse potete deselezionare la casella Use relativa ai plugin che non volete utilizzare: questo accorcerà la lista che si apre quando inserite un plugin.

Potete selezionare più plugin contemporaneamente con le classiche shortcut: cliccare su un plugin e poi premere shift+click su uno più in basso o in alto seleziona tutti quelli tra i due scelti; command+click serve invece per selezionare più voci non contigue. Command+A seleziona tutti i plugin visibili in quel momento.

Fatta la vostra selezione potete fare click sulla casella di spunta nella colonna Use per attivare o disattivare più voci contemporaneamente. Questa azione non disinstalla i plugin dal computer.

Io per esempio ho disabilitato tutti i plugin della cartella Apple (si trova tra i produttori), perché non li apro mai.

Creare nuove cartelle e spostare plugin

Cartelle plugin predefinite e personalizzate
L’elenco personalizzabile di cartelle di plugin predefinite

Potete creare quante cartelle volete: basta premere il tasto + che si trova accanto a Category nell’elenco cartelle. Creerete così una cartella Untitled, che potrete rinomare facendoci click sopra.

Se volete potete creare sottocartelle: per esempio per avere una sottocartella Tape dentro un’altra chiamata Saturation, tutto quello che dovete fare è creare una nuova cartella e chiamarla Saturation:Tape (la forma è cartella genitore-due punti-sottocartella).

Nascondere le cartelle inutilizzate

Se volete nascondere velocemente una cartella intera premete ctrl+click (o fate click con il tasto destro) su di essa e selezionando Remove. Per quanto riguarda le cartelle dei produttori, potete nascondere i plugin al loro interno ma non le cartelle stesse: tuttavia se li nascondete tutti anche la cartella che li contiene scomparirà.

Organizzare i plugin nelle cartelle

Potete trascinare i plugin dall’elenco dei produttori dentro qualsiasi cartella vogliate, anche quelle predefinite: inoltre potete mettere un plugin anche in due o più cartelle. Anche se di default le cartelle sono organizzate alfabeticamente, nell’elenco cartelle potete trascinarle per riorganizzarle come preferite.

Avete fatto casino?

Se per caso non vi trovate bene con le modifiche che avete fatto potete premere Restore default settings in alto a sinistra e Logic ripristinerà le cartelle predefinite e i plugin al loro interno.

Risoluzione problemi con il Plug-in Manager

Se un plugin che avete installato correttamente non risulta disponibile quando lo volete inserire su una traccia, controllate che sia presente nel gestore plugin e che risulti successfully validated nella colonna Compatibility. In caso contrario:

  • se è presente nell’elenco ma nella colonna Compatibility c’è scritto qualcos’altro, selezionatelo e in basso a sinistra premete Reset & Rescan Selection per riavviare il processo di convalida;
  • se invece non è presente nell’elenco provate a riavviare il computer e poi a riaprire Logic Pro.

Nel caso che il processo di convalida vada a buon fine ma il plugin continui a non funzionare, oppure che non vada a buon fine, o ancora che il plugin continui a non comparire in elenco provate a contattare il produttore!


Come vedete, organizzare i propri plugin con il Plug-in Manager di Logic Pro è semplicissimo. Se vi create un template personale con le tracce e i plugin che usate sempre e ci aggiungete questo metodo di organizzazione dei plugin potrete cominciare a lavorare sulle vostre sessioni molto rapidamente.

Io lascio abilitati solo i plugin che utilizzo spesso, o quelli che sto testando in quel momento. Provare nuovi plugin è divertente e non prende troppo spazio, ma è facile farsi prendere la mano e installare il mondo intero, per poi ritrovarsi con una lista ingestibile…comunque se proprio non usate qualcosa, disinstallatelo 😉


EDIT 7/6: Marco Zanoni di Logic Pro X Italia ha appena pubblicato un video sullo stesso argomento, eccolo qua: