Grandi novità in casa IK Multimedia 🙂

I modenesi più rockoni del pianeta stanno per lanciare sul mercato Amplitube 5, la nuova versione della famosa collezione di amplificatori virtuali e di IR per scatenare il chitarrista che è in noi.

In passato ho già avuto modo di scrivere a proposito di Amplitube e di come l’ho usato, e devo dire che spero di poter provare presto anche questa nuova versione.

Vediamo insieme alcune delle novità che ci promettono.

Interfaccia

Amplitube 5 si presenta con una interfaccia finalmente ridimensionabile a piacimento. In basso troviamo la nostra signal chain virtuale, alla quale possiamo aggiungere nuovi elementi semplicemente trascinandoli dal pannello del Custom Shop presente sul lato destro.

La signal chain resta sempre visibile, in maniera da poter accedere da ogni sezione di Amplitube ai parametri che vogliamo modificare. All’interno di essa si possono gestire configurazioni estremamente complesse, con routing in serie e paralleli che possono far lavorare fino a 57 elementi contemporaneamente.

Graditissimo l’aggiornamento dell’aspetto degli amplificatori e degli effetti, ora molto più fotorealistico.

L'interfaccia principale di Amplitube 5
L’interfaccia principale di Amplitube 5

Volumetric Impulse Response

Gli ingegneri di IK Multimedia si sono ingegnati (hihi) non poco per creare un nuovo sistema di impulse response. Sono arrivati a campionare fino a 600 impulsi per singolo cono (1200 per cabinet a 2 coni e 2400 per cabinet a 4 coni!), permettendo così una riproduzione più fedele della risposta al piazzamento dei microfoni virtuali e dell’interazione tra i vari speaker e la stanza.

Ora è possibile anche importare i propri IR dentro Amplitube e lavorarli mentre si usano gli ampli virtuali del plugin.

La nuova schermata di gestione degli speaker, con il sistema CAB VIR
La nuova schermata di gestione degli speaker, con il sistema CAB VIR

Il mixer, in tutta la sua gloria

Qui godo non poco. Finalmente la gestione del mixer occupa tutta la parte superiore dell’interfaccia, e non un quadratino in basso a sinistra.

Può sembrare solo una miglioria cosmetica, ma in realtà ne deriva una usabilità sicuramente aumentata, che facilita l’utilizzo delle nuove signal chain espanse senza doversi accecare per spostare un fader di mezzo dB.

Il nuovo mixer in Amplitube 5
Il nuovo mixer in Amplitube 5

Ulteriori novità e versioni

Da IK Multimedia promettono “129 nuovi modelli che includono 2 nuovi effetti a pedale, 5 famosi amplificatori e 19 effetti rack provenienti da T-Racks e ridisegnati specificamente per Amplitube 5”, oltre a due nuove stanze e più di 100 cabinet ri-campionati.

Oltre a questo, ovviamente sono stati migliorati tutti gli amplificatori, cabinet e stomp preesistenti. Miglioramenti funzionali ed estetici anche per il Looper (che ora può registrare due tracce), per la daw inclusa (che lavora fino a otto tracce) e per il Live Mode, modalità a visibilità migliorata per usare Amplitube dal vivo insieme alle interfacce IK Multimedia iRig Stomp I/O e AXE I/O.

4 le versioni che verranno lanciate sul mercato:

  • Amplitube 5 Custom Shop, gratuito, che permette di partire con una minima dotazione a costo zero e di espanderla solo al momento del bisogno con acquisti tramite il Custom Shop integrato;
  • Amplitube 5 SE, che fornisce 77 emulazioni di base;
  • Amplitube 5, con 139 emulazioni;
  • Amplitube 5 MAX, che aggiunge altri modelli e le collezioni di 11 artisti/marche.

Qui trovi la tabella comparativa delle varie versioni: https://www.ikmultimedia.com/products/include/at5/gear_list_pdf/AmpliTube_5_comparison.pdf

Ti lascio con il video promozionale di IK Multimedia. Io non vedo l’ora di provare questa nuova versione di Amplitube, e tu?

(Tutte le immagini di questo post sono tratte dal sito ufficiale: https://www.ikmultimedia.com/products/amplitube5/index.php)